gioco con invito

domenica 21 agosto 2016

Pizzette di melanzane Speedy


Il termine Speedy non è dovuto alla velocità dell'esecuzione della ricetta. Quando c'è di mezzo la grigliatura delle verdure  a precedere la preparazione e la  successiva cottura in forno  ci vuole il suo tempo: ben speso, devo dire, poché queste pizzette sommano la bontà delle melanzane all'irresistibile gusto della pizza, un abbinamento interessante per sapore e leggerezza!
Ho usato per questa sfiziosa ricetta il nikname della sua autrice, Speedy70, che nel suo blog
"A  TUTTA CUCINA"
presenta una girandola di ricette originali di ogni tipo, anche se, come scrive lei stessa, predilige su tutto i dolci  e se visiterete il suo spazio lo potrete costatare...con l'acquolina in bocca!!:-D
Ho apportato solo pochi cambiamenti alla sua ricetta, sostituendo grana e basilico della copertura con mozzarella e mentuccia, un'erba aromatica che utilizziamo anche per altre ricette con le melanzane, e il risultato è stato assai apprezzabile.


Ingredienti e preparazione:

Tagliare le melanzane di medio diametro a un cm di spessore
Grigliare le fette ottenute per 5 minuti per parte, cospargerle con poco sale, spennellarle di olio da ambo i lati e lasciarle raffreddare
Cospargere la metà dei dischi con passata di pomodoro e grana grattugiato
Coprire con l'altra metà dei dischi, con altra passata di pomodoro, mozzarella sminuzzata e qualche fogliolina di mentuccia ( menta gentilis)
Passare nel forno utilizzando la funzione grill per pochi minuti
Servire tepide o fredde

mercoledì 17 agosto 2016

Krumiri


 
Un nome storico di dubbia origine, ma provenienza certa per questi biscotti, famosa specialità dolciaria piemontese, ad opera del loro creatore Domenico Rossi, che sembra abbia voluto rendere omaggio all'allora appena defunto Re Vittorio Emanuele  II, imitando la forma dei famosi baffi  evocata da questi deliziosi bastoncini, ritorti come piccoli boomerang.
Quanto al termine "crumiri", che da una bellicosa tribù nord africana è diventato sinonimo di lavoratori che non scioperano ( prendendosi poi i vantaggi ottenuti da chi lotta, senza subire danni, N D R ), non è certamente questo il significato del nome dei dolci biscottini, che deriva dall'uso tradizionale di servirli con un liquore così nominato.
Tuttavia i crumiri, ( iniziale C o K  poco importa) sono ottimi accompagnati da tè, latte, vino da dessert...quando una cosa è buona, è buona!
La ricetta originale, ovviamente, come tutte le ricette leggendarie resta segreta.
Quella che viene proposta in questo post è stata reperita in rete.
L'autrice è MariaTeresa Lenoci, per    http://ricette.pourfemme.it, alla quale va il mio sincero ringraziamento per una ricetta semplice ma degna della più classica tradizione pasticcera.


                     Ingredienti
  • Farina: 150 gr
  • Farina di mais: 200 gr
  • Burro: 200 gr
  • Zucchero: 100 gr
  • Uova: 3
  • Vanillina: 1 bustina
                Preparazione

  1. Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Mettete i due tipi di farina su un piano da lavoro, aggiungete la vanillina e lo zucchero e fate la fontana ( se non siete esperte nell'impastare, come la sottoscritta, servitevi di una terrina ) Mettete le uova e impastate, aggiungete il burro continuando ad impastare fino a che avrete ottenuto una palla di pasta liscia e omogenea.
  2. Mettete la palla di pasta in una ciotola infarinata, copritela con un panno e lasciatela riposare per 30 minuti..Con l'impasto formate dei filoncini della circonferenza di un dito circa.
  3. Tagliateli in tronchetti di 10 centimetri ciascuno, appiattiteli leggermente e con una forchetta, rigate la superficie nel senso della lunghezza, e infine piegateli a boomerang, dando la classica forma dei crumiri. Mettete i crumiri su una teglia foderata di carta da forno e infornate per 20 minuti.
    ( infornare a 200° per 5 minuti e proseguire a 180° fino a doratura).
    Se rimangono, conservarli in una scatola di latta chiusa ermeticamente.

venerdì 12 agosto 2016

A cena con Luigi Pirandello



https://it-drama-queen.blogspot.it/2016/08/a-cena-con-luigi-pirandello.html


Un ospite di grande prestigio l'invitato di 
Elisa Elena Carollo
 giovane  blogger e aspirante attrice,  
che coltiva una grande passione per il teatro
 e desidera condividerla con i  lettori del suo blog tematico


Ecco come lei stessa ci presenta il suo illustre ospite e il motivo di una scelta che  riflette fedelmente la personalità dell'autrice :

                                 "Avevo provato a pensare a qualche personaggio teatrale,
 ma quelli interessanti sono tutti un po' psicologicamente turbati. 
Con la mia amata Lady Macbeth, poi, avrei rischiato di trovarmi il veleno nel caffè!
Allora ho ripiegato sui drammaturghi

 e ho scelto Luigi Pirandello, uno dei miei preferiti
 (Shakespeare era già stato preso da Luz). 
 Un po' glielo dovevo, perché qualche anno
 fa sono stata io a casa sua ad Agrigento, 
quindi mi pareva carino ricambiare l'invito.

 Ma adesso l'ora dell'ambita cena si avvicina ed è giunto il momento di pensare al menu...

  "...ho pensato ad un menù ispirato alla sua poetica,
 con qualcosa di veneto come me
 e qualcosa di siciliano come lui."

E dopo aver assaporato lo squisito menu, omaggio 
dell'eno-gastronomia veneta e siciliana al Maestro insuperabile del dilemma dell'identità, dell'essere e dell'apparire, non resta che addentrarsi nell'arte e nel fascino della recitazione visitando il blog di Elisa


  Drama Queen
La passione per il teatro si respira pienamente in ogni aspetto di questo blog tematico,
dai titoli dei post all'elenco degli argomemnti trattati, 
sempre con chiarezza e rigore
qualità indispensabili per chi vuole realmente fare di uno spazio virtuale 
 uno strumento di autentica ed efficace divulgazione.
Trattandosi poi di un campo artistico 
questo "compito" non è certo meramente didascalico
ma si anima della creatività e della sensibilità
 che l'artista vive in ogni espressione di sé. 

*** 

aspettando il prossimo ospite
A cena con 
saluta  tutti e...buon appetito  sempre!

lunedì 8 agosto 2016

Fusilli alle verdure crude


Le ricette estive sono più apprezzate se si può fare a meno dei fornelli e i piatti che vengono in tavole hanno il pregio della freschezza e della bontà di ingredienti integri nel gusto e nelle qualità nutritive.
Lasciar marinare per qualche oretta una di queste preparazioni, in alternativa alla cottura è un forte incentivo per chi, pur nella stagione calda, deve provvedere ai pasti della famiglia e qualche novità in proposito fa sempre piacere.
Oggi ho sperimentato questa salsa a crudo con la quale ho condito i fusilli, un formato che si presta a raccogliere bene il condimento tra le sue piccole spirali,  e la cottura deve essere molto al dente, come per l'insalata di pasta, perché il sugo abbia il risultato desiderato.
Per il mio esperimento sono andata sul sicuro, utilizzando sapori classici di ingredienti comunissimi in tutte le cucine:
  • una cipolla media
  • una piccola carota
  • una costa di sedano
  • una piccola falda dipeperone giallo (facoltativo)
  • poche foglie di basilico
  • 2 o 3 pomodorini, secondo la dimensione
  • Olio, sale e pepe
Ho messo nel bicchiere del mixer tutti gl'ingredienti già ridotti in piccoli pezzi insieme a poco olio ed ho selezionato la velocità più bassa, azionando il pulsante a piccoli intervalli, in modo da tenere il trito piuttosto grossolano.
Ho aggiunto successivamente il sale e il pepe, aggiustando la quantità dell'olio.
Lasciar riposare la preparazione per almeno 2 ore, mescolando ogni tanto.
Cuocere i fusilli al dente e condire con una dose abbondante di sugo.
Il risultato è stato un piatto fresco e aromatico molto invitante, dai vivaci colori grazie alle verdure crude, alcune condite a parte e serbate per essere aggiunte a piccoli pezzi nei singolo piatti.

mercoledì 3 agosto 2016

Dischi farciti

Non sia mai che un po' (un bel po'!) di caldo interrompa la sequenza delle cose golose da preparare e poi gustare nelle sere d'estate in alternativa a gelati e macedonie che regnano sovrani!
Ecco i dischi farciti (non volanti, anche se spesso di questi tempi si scruta il cielo  a caccia di stelle cadenti e non si sa mai...), semplici e veloci dolcetti per merenda o fine cena.
Si utilizza la pasta degli zuccherini che si trova qui, tenuta un po' più morbida e versata  tutta in una volta sulla placca del forno foderata di carta forno inumidita.
Infornare a 180° gradi per 10 minuti o fino a leggera doratura.
Appena sfornata, con un tagliabiscotti o un disco delle dimensioni desiderate (non devono essere troppo piccoli) si ricavano dalla superficie i dischi di pasta e si lasciano raffreddare completamente.
Cospargere la metà dei dischi con  una dose generosa della crema Nutella e mascarpone che si trova qui e coprire con l'altra metà per ottenere i dischi farciti che, spolverizzati con zucchero vanigliato, sono pronti per tutti quelli che desiderano n momento di genuina dolcezza.