sabato 11 agosto 2012

Liquore di Mirto

Raccolta e macerazione

Il mirto, Myrtus communis (Famiglia delle Mirtacee), è un comunissimo arbusto della macchia mediterranea bassa.
Produce un'abbondante fioritura in un periodo che coincide con i mesi di maggio e giugno e porta a maturazione le bacche in autunno inoltrato, a partire da novembre fino al mese di gennaio, periodo della raccolta, dopo di che le bacche devono appassire per qualche giorno.
 Il liquore di mirto è tradizionalmente ottenuto nelle preparazioni casalinghe per macerazione delle bacche mature in alcool al 95% o acquavite per circa 40 giorni, in un recipiente nel quale le bacche devono restare coperte dall'alcool.

  Sciroppo

 Trascorso il tempo indicato, si eliminano le bacche e si. misura la quantità di estratto alcoolico ottenuta.
Preparare uno sciroppo considerando per 1 lt di estratto  una uguale quantità di acqua.
A caldo sciogliere nell'acqua gr 600 di zucchero  (+ un cucchiaio abbondante di miele). Tenere presente  che il processo di maturazione accentua il sapore dolce.
Quando lo sciroppo è freddo mescolarlo  all'estratto alcoolico e filtrare.
Si ottiene un liquore nero violaceo di consistenza leggermente tannica e astringente.
Dopo diversi mesi d'invecchiamento il liquore assume una colorazione dalle sfumature rosso rubino e al palato ha un gusto più delicato e vellutato.
E' un ottimo liquore digestivo, da gustare ghiacciato dopo i pasti.
   Per l'imbottigliamento si utilizzala classica bottiglia bordolese o la bottiglia lirica (da 1/2 lt) di vetro scuro.

                          (Questa versione del liquore di mirto è stata ottenuta
                               elaborando varie ricette e notizie reperite in rete )

Nessun commento:

Posta un commento