martedì 2 giugno 2015

Spianatine al rosmarino



Niente di più stuzzicante di una preparazione salata, tanto più se si tratta di una novità. 
A questo proposito girovagare per i food blog in cerca di idee da tradurre in golosi assaggi è una risorsa impareggiabile e consente anche di accostarsi alla cucina di altre zone e di apprezzarne le qualità e le caratteristiche più decantate. 
Lo gnocchetto fritto, un piatto dell'Emilia Romagna che abbiamo avuto il piacere di gustare in un ristorantino del Modenese, dopo una memorabile visita al  Museo Ferrari di Maranello , è paragonabile a queste spianatine al rosmarino, anch'esse appartenenti alla cucina giustamente rinomata di quella accogliente Regione.
Una qualità apprezzabile dal punto di vista dietetico è rappresentata dalla cottura in forno rispetto alla frittura.
Il rosmarino, abbinato alla mortadella con la quale farcire questi gustoso lievitato ( ottimo anche con altri salumi), ci regala un piacevole e inconsueto aroma, sia per lo spuntino, che come antipasto.


Per la ricetta per le Spianatine con rosmarino, 
ringrazio Lucia  che l'ha pubblicata nel blog

Ingredienti 
   500 g di farina tipo 0
   250 g circa di acqua
  40  g di lievito madre essiccato
  50 g di strutto
  1 cucchiaino g di sale
   rosmarino q.b.
   + altro strutto morbido q.b. per sfogliare
Preparazione
In una ciotola, setacciare la farina e aggiungere il sale. Unire il lievito setacciato con un vaglietto, poi aggiungere poco alla volta l’acqua ed impastare. Alla fine, unire lo strutto morbido ed impastare energicamente fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.La quantità di acqua è indicativa, perché non tutte le farine hanno la stessa capacità di assorbire l’acqua. Formare una palla e adagiare l’impasto in una ciotola coperta da pellicola e far lievitare fino al raddoppio (circa due orette, in un luogo caldo e riparato).  Trascorso il tempo di lievitazione, rovesciare l’impasto su un piano un poco infarinato e stendere con il mattarello, dando una forma di un  rettangolo, alto circa 20 cm e lungo 50cm, dello spessore di pochi millimetri. Se la dose utilizzata è quella indicata nella ricetta, dividere l'impasto in due parti e formare due rettangoli, per avere spianatine di  media  dimensione, altrimenti regolarsi secondo le proprie preferenze. Spalmare sulla superficie del rettangolo così formato lo strutto q.b. Per facilitare questa operazione, ho messo lo strutto in una  piccola ciotola nel microonde a bassa temperatura per  un minuto scarso, per farlo liquefare e poi l'ho spalmato con il  pennello. Cospargere con rosmarino tagliuzzato. Arrotolare e far riposare un paio di minuti. Poi, con un tagliapasta tagliare il rotolo a fette di circa 2-3 cm. Schiacciare questi dischetti con i polpastrelli per assottigliarli e porli su di una teglia ricoperta di carta forno. Ricoprire con pellicola e far lievitare le spianatine fino al raddoppio ( circa un’ora)
Cottura
A lievitazione compiuta, accendere il forno e spennellare le spianatine con un’emulsione formata da olio e acqua in parti uguali. Se volete, mettete un po’ di sale grosso.  Cuocere in forno preriscaldato a 190°C per 15 minuti circa o fino a leggera coloritura sulla superficie delle spianatine.                           Sfornare e far intiepidire.Tagliare a metà le spianatine e farcire  con mortadella o altro. Fragranti grazie allo strutto ma morbidissime all’interno.
Variante: Con la pasta ho formato un altro rettangolo, spalmato con olio dove avevo sciolto una noce di ‘nduja: colore e sapore interessante…e piccante!!




2 commenti:

  1. Profumate e gustose, nonché anche molto carine e buone da mangiare in tanti occasioni ! Felice settimana !

    RispondiElimina
  2. Ciao Andreea,
    sono golose e hanno avuto molto successo con i miei ragazzi, entrando nella lista dei preferiti.
    Buona settimana anche a te:)

    RispondiElimina